Vi aiutiamo a leggere l’INCI: i tensioattivi naturali – Naiadi

Spedizione Omaggio per Ordini oltre € 24,90

Vi aiutiamo a leggere l’INCI: i tensioattivi naturali

Iniziamo con la nostra guida sull’INCI dai tensioattivi, una parola già questa tutta da capire. Io personalmente l’ho sempre inquadrata con una connotazione negativa: tensioattivo=inquinante. Ma bisogna anzitutto distinguere i tensioattivi naturali da quelli di sintesi. Nei nostri prodotti troverete solamente tensioattivi  di origine naturale, derivati quindi da prodotti vegetali come l’olio di cocco, facilmente biodegradabili. A cosa servono? Di fatto donano al prodotto il potere lavante: si legano allo sporco e al tempo stesso all’acqua, permettendone l’eliminazione. Sono i tensioattivi a produrre schiuma.

Derivato dall’olio di cocco trovate il SODIUM COCOYL ISETHIONATE, un tensioattivo molto delicato, se guardate in INCI, al primo posto nel nostro shampoo e nel detergente viso-corpo.  Importante sapere che dalla posizione di un certo ingrediente nell’elenco INCI si può capire quanto quel prodotto ne contenga: se ai primi posti, se ne trova una quantità importante. Si può dire che ai primi posti troviamo gli ingredienti basilari, come per una torta può essere la farina. Agli ultimi posti gli ingredienti in quantità esigua.

Anche COCAMIDROPROPYL BETAINE è un tensioattivo derivato dall’olio di cocco, LAURYL GLUCOSIDE è tensioattivo secondario di origine sempre vegetale utilizzato in formula per mitigare l’azione del tensioattivo primario, anche questo di origine vegetale, viene spesso utilizzato per le pelli delicate come quelle dei bambini.

Restate in contatto, a breve un altro articolo! #naiadicosmetics #allnatural #vegetal&pure